Home » in evidenza » Come assemblare una pedalboard per chitarra con pedali Boss

Come assemblare una pedalboard per chitarra con pedali Boss

Immagine copertina articolo come assemblare una pedalboard per chitarra con pedali Boss
Facebooktwitterpinterestmail

Scopriamo passo dopo passo come assemblare una pedalboard per chitarra elettrica da soli. Utilizzeremo solo i migliori pedali di Boss, un marchio leader nel settore degli effetti sonori.

Sei un chitarrista moderno in cerca dei migliori effetti a pedali che non sa come costruire una grandiosa pedalboard per chitarra, capace di coprire una vasta gamma di sonorità? Se la risposta è si, continua pure a leggere! questo nuovo articolo fa proprio al caso tuo 😃 !

Noi di Facethesound, insieme a Niccolo Menichini (per gli amici Nicco J), il product specialist di Boss, ti aiuteremo ad esprimere al meglio la tua creatività grazie agli effetti delle pedaliere Boss, perfette sia per chitarristi professionisti che amatoriali. Nello specifico, Nicco attraverso i suoi video ti mostrerà come creare due diverse pedaliere:

  • Una pedaliera piccola da Jam”, che includerà tre effetti immancabili per tutti i chitarristi e con la quale si possono coprire gran parte dei generi musicali;
  • Una pedaliera completa, che possiamo definire “Pro”, in grado di fornirci ben sei pedali utili in qualunque situazione live.

Ma passiamo subito alla pratica! vediamo come assemblare una pedalboard per chitarra nel miglior modo possibile scegliendo i giusti pedali firmati Boss 😎.

Presentazione della Boss Corporation: focus sui pedali Boss

Tutti i chitarristi e gli amanti degli effetti sonori non possono non conoscere Boss Corporation, un marchio giapponese famosissimo nella produzione di effetti e pedali per chitarra e basso. Non a caso Boss Corporation, da oltre 50 anni, mette a disposizione dei musicisti di tutto il mondo i prodotti migliori in termini di tecnologia ed affidabilità. Ad oggi, Boss rende uniche ed emozionanti le tue performance live proponendoti oltre 50 diversi modelli di pedalini; ognuno di essi è studiato per darti uno specifico effetto musicale ed  aiutarti ad ottenere, in ogni occasione, le sfumature di suono che desideri.

Siccome però i loro modelli sono tanti, scegliere da solo la giusta combinazione di pedali (almeno al’inizio) può risultare difficile. Per questo abbiamo deciso di darti una mano componendo per te due pazzesche pedalboard per chitarra!

Partiamo dalla pedaliera piccola “da Jam” , da usare sia sul palco che durante le prove a casa. Per assemblarla ti serviranno soltanto 3 pedali, una valigetta e un accordatore. Precisamente:

Come assemblare una pedalboard per chitarra piccola: la borsa Boss BCB-30

Boss BCB-30 è la mitica borsa per pedalboard di Boss. È costruita in resina modellata, molto robusta e pratica, con cui potrai proteggere durante il trasporto fino a 3 Compact Pedal BOSS contemporaneamente. All’interno sono già inclusi 2 cavi patch (ovvero i cavi di collegamento per pedali) e 1 cavo  “daisy chain”. Per alimentare i pedalini useremo l’originale cavo di alimentazione PSA di Boss.

Perché abbiamo scelto due processori di gain come overdrive e distorsione all’interno della stessa pedaliera?

Come ti abbiamo anticipato poco fa, i primi due pedali che andremo ad inserire nella nostra pedalboard sono Boss DS-1 Distortion e Boss BD-2 Blues Driver. Per quale motivo? Beh, usare due pedali diversi ci dà la possibilità di gestire al meglio gli strati della distorsione. Possiamo infatti usare il BD2 come overdrive leggero, per ritmiche crunch, oppure il DS-1 per suoni più “aggressivi”. Ma la parte migliore arriverà quando attiveremo i due pedali contemporaneamente, con il DS-1 che farà da “Gain Boost” del BD-2, in modo da avere un perfetto suono “Lead”.

Ora, diamo un’occhiata a questi due pedali singolarmente per presentarteli a dovere.

Primo pedale da inserire nella pedalboard piccola: Boss DS-1 Distortion

Il DS-1 Distortion non è un pedale distorsore qualunque: è il leggendario pedale usato dai chitarristi di ogni angolo del pianeta sin dal 1978. Vero e proprio “Best Seller” di Boss, il DS-1 è molto conosciuto anche grazie al suo inconfondibile colore arancione.  Il suo nome non può essere più chiaro: “Distortion”. Insomma, questo piccolo pedale distorsore rappresenta un’icona del suono della chitarra Rock degli ultimi 40 anni, usato da grandi come Kurt Cobain, Joe Satriani, John Frusciante, Steve Vai e tanti altri.

Non tutti però sanno che il DS-1 è anche un fantastico overdrive “Low Gain”. Infatti, se abbassi quest’ultimo controllo a ore 9 e chiudi leggermente il tono, magari abbinando una chitarra con single coil, riuscirai a ottenere un suono alla Hendrix adatto a ritmiche e soli “Bluesy”.

Primo pedale da inserire per assemblare la pedalboard piccola: Boss BD-2 Blues Driver

Anche il BD-2 Blues Driver è un classico di casa Boss. Puoi trovarlo sulle pedaliere di moltissimi chitarristi di tutti i generi da John Mayer a Tom Morello fino a Andy Timmons. Con Boss BD-2 otterrai un suono “cremoso” con una buona riserva di gain, che può coprire un vasto range di distorsioni, strizzando l’occhio ai suoni vintage dei vecchi amplificatori valvolari. Come costruire una pedaliera per chitarra senza questo effetto? davvero difficile 🙂.

Secondo pedale da inserire per assemblare la pedalboard piccola: Boss DD-8 Digital Delay

Infine, all’interno della pedaliera “da Jam” non può mancare un pedale delay.

Delay significa letteralmente ritardo, infatti questo pedale si occuperà di riprodurre e replicare il nostro suono, permettendoci di agire su diversi parametri per ottenere effetti diversi. In questo caso, abbiamo scelto il DD-8, l’ultimo modello nella linea dei delay Boss. Il DD-8 è un delay estremamente versatile, in quanto offre la possibilità di selezionare numerose modalità: dallo standard delay digitale, al versatile analog, fino allo shimmer e al reverse, per un totale di 11 modalità. Inoltre il DD-8 Digital Delay ci offre una modalità Loop che trasforma il nostro delay in una Loop Station. Un prodotto davvero notevole, immancabile nella nostra pedalboard portatile!

Ora che conosciamo a fondo i pedali che andremo ad utilizzare, passiamo allo step successivo: l’assemblaggio. I pedali non vanno disposti a caso sul nostro BCB-30, ma bisogna seguire un ordine preciso. Per questo motivo, posizioneremo prima i due overdrive, per poi finire con l’aggiungere il delay. Di solito gli Overdrive vanno posizionati in ordine di livello di gain, partendo da quello con il gain più basso fino ad aggiungere quello con più distorsione. Tuttavia, nulla ci vieta di sperimentare e stravolgere le regole B-). Perciò in questo caso, abbiamo posizionato i pedali secondo quest’ordine: DS-1, BD-2 e DD-8.

Ultimo pezzo da aggiungere alla pedaliera per chitarra da jam: l'accordatore a clip TU- 03.

Per finire, i pedali saranno collegati tra loro con i cavi patch Boss che abbiamo trovato nella BCB-30, perfetti per questo utilizzo.

Una volta che avremo riposto il tutto all’interno della BCB-30 e collegato come si deve i pedali, la nostra piccola pedalboard è pronta per essere facilmente trasportata ovunque vogliamo!

NOTA! Oltre ai nostri 3 pedali, non dimentichiamoci però di aggiungere anche dell’accordatore. In questo caso utilizzeremo un pratico accordatore a clip, il TU- 03, che potremmo tenere montato fisso sulla paletta del nostro strumento. Una soluzione davvero pratica e salva spazio, firmata naturalmente Boss 😉.

Se vuoi vedere con i tuoi occhi tutti i passaggi che ti abbiamo appena spiegato e non solo, guarda il video – tutorial che trovi qui sotto. Nicco ti spiegherà, in maniera molto esaustiva, come disporre e collegare i pedali per chitarra, oltre a farti ascoltare in diretta i loro grandiosi effetti musicali!

Se ciò di cui hai bisogno è una pedalboard più completa rispetto alla precedente, capace di coprire una gamma più ampia di suoni, non preoccuparti! Stiamo per mostrarti come costruire una pedaliera per chitarra da veri professionisti aggiungendo solo altri tre pedali Boss!

Difatti la pedaliera per chitarra “Pro” che andremo ad assemblare è composta essenzialmente da 6 pedali: i 3 precedentemente inseriti nella pedaliera “da Jam” più altri 3, che conosceremo meglio a breve.

Questa volta utilizzeremo la valigetta Boss BCB-60, che ci darà la possibilità di alloggiare comodamente i nostri  6 pedali. In sintesi, i pezzi di cui avremo bisogno sono:

Come assemblare una pedalboard per chitarra completa: la valigietta Boss BCB-60.

La borsa per pedalboard Boss BCB-60 è pratica e affidabile proprio come la BCB-30. A differenza di quest’ultima, però, può contenere fino a 6 pedali Boss da sistemare in una robusta imbottitura, che è allo stesso tempo facilmente sagomabile e tagliabile. Inoltre, la BCB-60 presenta un alimentatore on-board, che fornisce una potenza di 1000 mA in grado di alimentare fino a sette unità effetto. Non dimentichiamoci che al suo interno troverete una marea di cavi audio: cavi di alimentazione, cavi patch e jack-jack sia corti che lunghi! Niente male, non è vero 😉?

I pedali da aggiungere per creare una pedalboard per chitarra "Pro": Boss GE-7 Equalizer.

Ed eccoti il primo nuovo pedale da aggiungere alla nostra pedalboard “Pro”, il GE-7 Equalizer.

Boss GE-7 è l’equalizzatore grafico a pedale più utilizzato al mondo: guarda per esempio la pedaliera di David Gilmour, resterai letteralmente stupito (o stupita) dell’uso che ne fa! Nel nostro articolo su come assemblare una pedalboard per chitarra, quindi, non potevano non inserirlo!

Ma a cosa serve un equalizzatore?

Un equalizzatore, oltre a permetterci di enfatizzare o tagliare determinate frequenze, può essere usato come “Volume Boost”. Nel nostro caso, sarà proprio questo l’uso che ne faremo, posizionandolo subito dopo gli overdrive e prima del delay.
Nello specifico, utilizzeremo il GE-7 per alzare il nostro volume negli assoli o, in generale, in tutte le parti che vogliamo far “uscire dal mix”. Lo faremo alzando leggermente il controllo “Level”.

Un consiglio di Nicco: se vorrai dare un carattere ancora più incisivo al tuo suono solista, incrementa il range intorno agli 800Hz. E’ infatti lì che si trova “il cuore” del suono della nostra chitarra, pertanto agire su queste due frequenze aiuterà di molto a dare intelligibilità. Come esperimento, prova ad abbassare gli 800 HZ e sentirai che il suono diventerà molto meno definito.

Un effetto speciale da inserire nella pedalboard per chitarra "Pro": Boss OC-5 Octave.

Passiamo adesso all’OC-5, che collegheremo all’inizio della catena, subito dopo l’accordatore TU-3.

Abbiamo inserito questo particolare pedale per avere nella nostra pedaliera un “effetto speciale”. Boss OC-5 è infatti un Octaver, un effetto meno utilizzato rispetto agli altri di cui ti abbiamo parlato finora, ma non per questo meno importante. Più precisamente, l’Octaver è capace di dare al nostro suono un carattere totalmente diverso. È dotato di diverse modalità, che aggiungono al nostro suono ottave superiori e inferiori per stravolgere totalmente la nostra sonorità. Difatti, se aggiungiamo al nostro suono una o due ottave inferiori, possiamo trasformare la nostra chitarra in un basso e supportare la sezione ritmica, oppure può esserci d’aiuto quando suoniamo assoli in registri acuti, per avere più corpo sulle note alte.

Al contrario, se aggiungessimo un’ottava superiore, la nostra chitarra a sei corde si potrebbe trasformare in una a 12 corde, oppure potrebbe simulare un synth. Ma c’è di più! Se unissimo il suono ”dry” con ottava alta e ottava bassa otterremo un suono simile a un organo. Insomma, come assemblare una pedalboard per chitarra che si rispetti senza Boss OC-5? con lui non c’è limite alla sperimentazione!

Piccolo approfondimento sull’Octaver OC-5

Una modalità che amiamo di questo pedale è la “Lowest”:OC-5 rileva automaticamente la nota più bassa del vostro accordo aggiungendo un’ottava bassa. Il risultato? sarà come avere sempre un bassista al nostro servizio. C’è da dire che quest’ultima funzione è molto utile soprattutto quando la nostra chitarra elettrica o acustica deve supportare un cantante solista. Aggiungendo l’ottava bassa, infatti, avremo sempre un’ottima base sotto i nostri accordi.

Ultimo pedale da inserire per costruire una pedalboard "Pro": l'accordatore TU-3 Chromatic Tuner.

Infine, in una pedaliera “Pro” non può mancare l’accordatore a pedale. Non perché il clip-on tuner utilizzato in precedenza non sia affidabile, ma perché l’accordatore a pedale offre alcune funzioni uniche indispensabili a musicisti di un certo livello. Ed è proprio qui  che entra in gioco il mitico TU-3.

Una delle sue funzioni più importanti è quella di silenziare il nostro suono in ogni momento: non solo quando dobbiamo accordare senza disturbare il resto della band o il pubblico, ma anche quando vogliamo essere sicuri di non farci scappare suoni indesiderati. Praticamente un interruttore generale del nostro segnale…utilissimo!

Ma non è tutto! oltre alla funzione di “Master switch”, TU-3 offre anche l’alimentazione per altri pedali. Basterà collegare il nostro alimentatore PSA al TU-3 e da questo partire con il cavo multi-plug, contenuto nella BCB-60, per fornire la corrente necessaria a TUTTI i pedali presenti nella nostra pedaliera. Davvero grandioso!

 Ebbene sì, lo dobbiamo ammettere: tra i tanti pedali Boss che amiamo, sceglierne soltanto 6 per mostrarti come costruire una pedaliera per chitarrae è stato davvero difficile. Tra tutti, ce ne è uno che non abbiamo inserito nella nostra guida ma che, assolutamente, non si può non citare: stiamo parlando del DC-2w Dimension C.

Pedale bonus per la pedalboard completa "Pro": Boss DC-2w Dimension C.

Boss DC-2w è un chorus che si rifà al mitico pedale DC-2 degli anni 80. Arricchisce la profondità e l’ampiezza del suono di chitarre elettriche e acustiche, ma spesso viene utilizzato anche su tastiere e voci. La versione che usiamo noi si chiama Waza Craft, ovvero il reparto “boutique” di Boss che si occupa di ricreare famosi effetti del passato e del presente.

In questo caso, gli ingegneri Waza Craft hanno aggiunto al DC-2 la modalità SDD-320, un leggendario chorus da studio a rack, che può essere abbinato alle modalità esistenti del pedale. Sottolineiamo che il DC-2W, come tutti i pedali di modulazione, in una pedalboard deve essere collegato dopo il GE-7 e prima del delay.

A questo punto, non ti resta che guardare il secondo video – tutorial per assemblare la tua pedalboard Pro insieme a Nicco!

Abbiamo appena visto come assemblare una pedalboard per chitarra perfetta per tutti generi sia davvero un gioco da ragazzi! con pochi pedali Boss, infatti, si riescono davvero ad ottenere tantissime sfumature di suono, coprendo anche un vastissimo repertorio di molti generi musicali.

Vuoi  scoprire tutti gli altri pedali di Boss? visita il nostro shop online ed inizia a personalizzare la tua pedaliera!

Per concludere, non dimentichiamoci che Boss è l’unico brand al mondo che offre 5 anni di garanzia sui propri compact pedal…un motivo in più per sceglierlo! 😎

Lascia un commento