Gli strumenti necessari per la Mobile Content Creation (Parte 1)

Ripresa con smarphone e accessori necessari per la creazione dei contenuti

 “La mobile content creation non fa più rima soltanto con lo smartphone per quanto riguarda la produzione dei contenuti o la fruizione. La mobile content creation fa rima con smartphone e con tutti gli hardware che, con lui, possono migliorare e potenziare il linguaggio del video in sincronia fisica, wifi o via bluetooth.”

Come si può intuire leggendo la citazione di Francesco Facchini riportata qui di sopra ed estratta dal suo Blog, per creare dei contenuti mobile non basta dotarsi esclusivamente di uno smartphone; bisogna equipaggiarsi di una serie di piccoli accessori necessari sia per migliorare che per facilitare la creazione di contenuti di impatto e di alta qualità. Prima di parlare però degli accessori di contorno allo smartphone, è utile spiegare quali caratteristiche tecniche deve presentare quest’ultimo per poter lavorare egregiamente.

Lo smartphone? meglio se è iOS

Innanzitutto, per creare contenuti incredibili e non riscontrare problemi di funzionamento per quanto riguarda le app, è consigliabile dotarsi di un iOS (iPhone OS). Utilizzare un iphone piuttosto che un qualsiasi altro smartphone con sistema operativo android aiuta le app necessarie per la creazione di contenuti video o audio a girare correttamente.

Su apparecchi che presentano un unico tipo di Hardware, come i telefoni iOS, passare da un modello all’altro non impedirà alla tua applicazione preferita di funzionare al meglio, o non capiterà di non essere supportata. Questo è un inconveniente che spesso si presenta con l’utilizzo dei cellulari con sistema Android: ciò avviene perché di sistemi operativi del genere ce ne sono una marea, per cui qualche volta può capitare (non sempre) che un sistema riesce a supportare app che un altro invece non fa girare.

Capirete quindi che è fondamentale avere un cellulare con un sistema operativo che garantisca il funzionamento impeccabile di qualunque app tu abbia bisogno per montare o registrare un video.

Occhio alla RAM e ai GB

Esempio di smartphone per la creazione di contenuti mobile: iPhone 11 Pro

Il sistema operativo iOS non è l’unico motivo per cui viene indicato l’iphone come smartphone ideale per la creazione di contenuti mobile. Di base, gli iPhone sono telefoni performanti adatti particolarmente ad usi professionali, ma questa non è di certo una novità! aggiungiamo però che per lavorare serenamente ottenendo i migliori risultati è necessario dotarsi di uno smartphone che abbia almeno 6 GB di RAM, combinati con una memoria di minimo 128 GB: l’ultimo modello di casa Apple, l’iphone 11 pro, presenta entrambe queste caratteristiche, oltre ad avere un’incredibile fotocamera tripla.

Esistono comunque anche altri smartphone (però con sistema operativo Android) che soddisfano i requisiti appena descritti. Alcuni esempi? Huawei Enjoy 10S, Xiaomi Redmi K30, Samsung Galaxy M30s e altri.

Gli accessori allo smartphone: i microfoni con funzione di registrazione

Come vi abbiamo anticipato prima, per creare un ottimo video con un apparecchio mobile non basta dotarsi di un iphone (o in generale uno smartphone) che abbia determinate caratteristiche, ma è importante equipaggiarsi di un kit di accessori funzionali.

La prima cosa che non deve mancare in questo kit, è un apparecchio che ti consenta di catturare un audio perfetto. Questo perché, un video girato nel migliore dei modi e secondo tutti i dovuti accorgimenti tecnici, deve essere per forza accompagnato da un audio eccellente; anche perché, che video eccezionale sarebbe senza un audio all’altezza del contenuto?

Per fare ciò, esistono ottimi registratori e microfoni pensati per adattarsi allo smartphone, da cui si ottengono risultati comparabili a quelli delle apparecchiature professionali montabili sulle telecamere.

Riportiamo di seguito alcuni modelli, selezionati sia per le prestazioni elevate che riescono a garantire sia per il loro prezzo, molto interessante e accessibile a chiunque.

Microfoni specifici per dispositivi iOS: Zoom iQ6 – iQ7

Cominciamo col presentare due gioiellini della Zoom, creati appositamente per potenziare la funzione di registrazione dei dispositivi iOS mobile: i microfoni iQ6 e iQ7.

Registratori per iOS Zoom iQ6 e iQ7.

Guardateli bene: sono davvero unici! questi due pratici microfoni, così piccoli da essere riposti anche in tasca, rappresentano la scelta giusta per chi vuole catturare con precisione qualunque suono, che sia uno strumento musicale o una voce, o semplicemente avviare una diretta con un audio perfetto sui social network.

Nello specifico, sono microfoni con connettore Lightning pensati per il vlogging (la creazione di video per blog) e il podcast, per avviare interviste all’aperto, durante conferenze o altre occasioni, o per registrare un concerto live.

Sono progettati esclusivamente per iPhone, iPad e iPod Touch: li trovi compatibili per iPhone dal 5 in poi (5s, 5c, 6, 6 Plus, 6S, 6S Plus, SE, 7, 7 Plus, 8, 8 Plus e X), per iPod touch (5a e 6a generazione) e iPad (dal 4o, 5o e 6o gen , Air, Air 2, mini, mini 2, mini 3, mini 4, al Pro e Pro 2). 

Come potete vedere dall’immagine, i due modelli differiscono tra loro essenzialmente per la diversa tipologia di microfoni di cui sono dotati, da cui ne consegue una diversa ripresa audio. Nel complesso, però, sono simili sia nell’estetica in generale che nelle caratteristiche principali. 

Caratteristiche comuni

Entrambi dispongono frontalmente di una grande manopola MIC GAIN, che consente di impostare facilmente il livello di ingresso ottimale del suono, ed hanno dei misuratori di livello a LED a tre segmenti che assicurano un suono pulito e nitido senza sovraccarico del segnale. Inoltre, dispongono di un jack per cuffie dedicato, che funge anche da uscita di linea, che consente di monitorare l’audio durante sia la registrazione e che la riproduzione.

l’iQ6 e l’Q7 si interfacciano con un’app che gestisce tutto, scaricabile gratuitamente dall’iTunes App Store. Pratica e semplice da utilizzare, l’app Handy Recorder di Zoom aggiunge una vasta gamma di impostazioni audio al tuo dispositivo iOS: esegue funzioni di modifica di precisione nella visualizzazione della forma d’onda, salva i tuoi file nei formati di file PCM o AAC lineari e riesce ad applicare alla registrazione diversi effetti (compressione, EQ e riverbero). Oltre a tutto questo, Handy Recorder ti consente persino di condividere l’audio creato tramite email o caricarlo su SoundCloud per condividerlo con tutti.

Zoom iQ6

Zoom iQ6 collegato all’iPhone, con interfaccia app Handy Recorder.

Andiamo adesso ad approfondire le differenze tra i due accessori: la diversa tipologia di microfono. Il modello iQ6 è dotato di due microfoni a condensatore unidirezionale di alta qualità in configurazione X / Y, gli stessi utilizzati nel famoso registratore H4n Handy della Zoom.

La registrazione stereo X / Y è un ottimo modo per coprire un’ampia area mentre si acquisiscono al contempo sorgenti sonore al centro con chiarezza e definizione. Questo rende l’iQ6 particolarmente ideale per le registrazioni sonore di strumenti musicali o voci durante concerti dal vivo: basta indirizzare il microfono verso la sorgente audio da catturare per ottenere un audio impeccabile.

Zoom iQ7

L’iQ7, invece, presenta un microfono a condensatore stereo mid-side (immagine a sinistra): ha due capsule che si possono comodamente ruotare per ottenere un corretto orientamento stereo sinistro-destro. Le capsule includono un microfono “centrale” direzionale, che cattura il segnale proveniente direttamente dal dispositivo iOS, e un microfono “laterale” bidirezionale, che cattura invece l’audio proveniente da entrambi i lati.

Caratteristica aggiuntiva all’iQ6 è la presenta di un interruttore a tre vie, che consente di selezionare tra 90° (per mettere a fuoco i suoni provenienti dal centro) e 120° (per un’immagine più ampia che include il segnale di ambiente e stanza): il risultato sarà una maggiore spazialità del suono e una ripresa stereo molto ampia. 

Da notare però che con questa tipologia di microfono la dinamica risulta maggiormente ridotta rispetto all’iQ6, che riesce ad essere più preciso per le caratteristiche che presenta e che abbiamo spiegato prima.

Microfoni per dispositivi con sistema sia iOS che Android:

Samson Go Mic Mobile

La variante mobile nel mondo dei microfoni proposta dalla Samson, azienda statunitense specializzata nella produzione di radiomicrofoni e sistemi wireless, si chiama Go Mic Mobile.

Sistema wireless Go Mic Mobile della Samson con microfono palmare e lavalier più trasmettitore, ricevitore e cavi di collegamento.

Samson Go Mic Mobile è tra l’altro il primo sistema microfonico wireless professionale che si collega direttamente al smartphone senza la necessità di adattatori o interfacce, trasformandolo in una videocamera pro-level capace di catturare audio ad alta definizione ovunque voi siate. 

Le particolarità di questo sistema sono tante, tutte molto funzionali per un mobile journalist, un vlogger, uno streamer o un videografo (in generale per chiunque crei contenuti video) che ha come obiettivo quello di accompagnare ai propri contenuti visivi un audio eccezionale.

Come prima cosa, Go Mic Mobile è un sistema wireless con ricevitore a doppio canale, il che vuol dire avere la possibilità di utilizzare due trasmettitori nello stesso momento, registrando un audio proveniente da due diversi microfoni palmari o lavalier (a seconda delle tue esigenze), mixati sempre tramite il ricevitore. 

Ricevitore Go Mic Mobile.

Il ricevitore del Go Mic Mobile è molto pratico, si monta direttamente sul retro del tuo smartphone, tablet o addirittura sulla tua fotocamera digitale tramite un adattatore a slitta, non interferendo con eventuali gimbal da utilizzare per aumentare la stabilità del video. Offre fino a 13 ore di autonomia grazie alla batteria ricaricabile agli ioni di litio, e può essere utilizzato con qualunque dispositivo smartphone.

Con Go Mic Mobile, infatti, non ha importanza avere un iPhone o uno smartphone Android, poiché ha incluso un set di cavi da collegamento (cavo Lightning per iOS, cavi USB Micro B o USB-C per android) per adattarsi a qualunque tipologia di device mobile. Può perfino essere collegato al PC / MAC usufruendo dell’ingresso USB.

Microfono dinamico palmare con trasmettitore incorporato HXD2, Microfono lavalier con trasmettitore da cintura PXD2.

Per quanto riguarda i microfoni, invece, con Go Mic Mobile ne troverai in dotazione due:

  • il microfono palmare con trasmettitore interno HXD2, che permette di catturare un audio abbastanza chiaro e pulito grazie al controllo automatico del guadagno e alla limitazione interna;
  • il microfono lavalier omnidirezionale LM8 con trasmettitore PXD2 da agganciare alla cintura, utile durante interviste o riprese dinamiche in cui è necessario avere le mani libere.

In conclusione

I prodotti che vi abbiamo appena descritto, i microfoni Zoom iQ6 e iQ7 ed il sistema Go Mic Mobile della Samson, sono prodotti assolutamente pratici, semplici da usare e adatti a tutti; sono indicati per le riprese sia in casa che all’aperto e utilizzabili in generale per una moltitudine di occasioni. Riescono a darvi risultati professionali a fronte di un piccolo investimento. Di fatti, li abbiamo selezionati per voi anche per il loro ottimo rapporto-qualità prezzo! non ci credete? date un occhio al loro costo sul nostro sito e rimarrete piacevolmente sorpresi, attualmente sono anche in offerta!

Ma l’approfondimento sugli accessori da utilizzare per la Mobile Content Creation non è mica finito qui! abbiamo da presentarvi anche gli eccezionali prodotti di un marchio con origini tutte italiane: stiamo parlando di Ik Multimedia! a breve uscirà l’articolo dedicato, nel frattempo, se vi va, date un’occhiata agli altri interessanti articoli già pubblicati sul nostro sito nella sezione Blog! una buona lettura a tutti ;)

Lascia un commento